articolo ripreso da portalecce
e scritto da Andrea Pino
[ad_1]

Musicisti, poeti, pittori, scultori, architetti, cineasti, attori e ballerini. Tutti gli artisti stasera nella cattedrale di Lecce per il Giubileo Oronziano.

 

 

 

“Custodi della bellezza del mondo” li ha chiamati San Paolo VI. Papa Francesco, invece, rivolgendosi loro così si espresse in occasione del Concerto di Natale 2020: la vostra “è una vocazione alta e impegnativa, che esige mani pure e disinteressate” per trasmettere verità e bellezza. Entrambe infondono gioia al nostro cuore e sono un “frutto prezioso che resiste al logorio del tempo, che unisce le generazioni e le fa comunicare nell’ammirazione”.

Stasera alle 17.45 gli artisti si raduneranno in Piazza Duomo accolti dall’arcivescovo Michele Seccia per poi varcare la Porta Santa della cattedrale. Alle 18 la santa messa e presieduta da mons. Fernando Filograna, vescovo di Nardò-Gallipoli e animata dal coro diocesano e da un gruppo di strumentisti del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce.

[ad_2]